La crisi morde e le aziende devono reinventarsi

Milioni di italiani stanno soffrendo la crisi. Non è, purtroppo, una opinione. Ma è un dato di fatto. E, per questo tempo, sono radicalmente cambiati diversi comportamenti. Se da un lato, però, i cittadini devono necessariamente tagliare alcune spese, altrimenti non rientrano nel budget mensile che hanno, dall’altro le aziende devono pur tenersi in vita.

Tra rincari delle materie e, appunto, portafogli sempre più esigui da parte delle persone, si stanno provando a reinventare qualcosa di originale per provare ad attirare sempre più clienti.

Ecco come stanno facendo.

Campagne di marketing efficaci

Se c’è un risvolto positivo della pandemia e della crisi economica, è il fatto che, finalmente, anche le piccole e medie imprese italiane si stanno accorgendo di quanto sia importante il marketing. Ovviamente, se fatto bene. Tanto è vero che sui social, e più in generale sul web, si stanno assistendo a delle campagne davvero molto originali che stanno sortendo il loro effetto.

Le campagne di comunicazione possono essere svolte in diversi campi. C’è chi, come Taffo Roma, da anni si è diversificata nel suo settore attraverso una campagna di instant marketing efficace. Per la cronaca, l’azienda si occupa di funerali. Non certamente un argomento ‘allegro’.

Ciò dimostra, però, come alla fine una buona strategia può portare a un incremento del fatturato e a farsi conoscere. Certo, non è semplice e ci vogliono dei professionisti – il fai da te in questo settore non ha mai portato a niente, se non a ulteriori danni – ma l’investimento ne vale la pena.

Ammesso che, però, un’azienda ci creda nel web marketing. Ma alla comunicazione va affiancata un’altra cosa, che approfondiremo nel prossimo paragrafo.

Si punta sulla qualità

L’utente vuole spendere poco e ottenere una grande qualità. Sembra un paradosso e quasi scontato. Però oggi questa scelta si fa ancora più marcata. Soprattutto sul cibo. Sono finiti i tempi in cui bastava che si ingurgitasse di tutto, anche se non era cibo di qualità, a patto però che si pagasse poco.

Certo, con tutti i rincari è davvero impossibile trovare qualcosa che costa non tanto però, comunque, al di là dei rancori, c’è da dire che la tendenza è quello di privilegiare la qualità. Può essere un paradosso – e magari in effetti lo è – però proprio in un momento di crisi economica, le persone puntano sulla qualità.

C’è da dire, però, che era un trend già in auge diverso tempo fa e solo nell’ultimo periodo è ‘esploso’ veramente. Del resto, uno stile di vita più salutare è oggi indispensabile per poter salvare il pianeta e dare una piccola speranza alla Terra.

Resta da vedere se siamo ancora in tempo ma questo è un altro discorso.

Si cerca di offrire esperienze diverse

Fare il compitino per le aziende è una condizione necessaria ma non sufficiente per poter essere davvero competitivi sul mercato. Eh sì, perché tra concorrenza sempre più spietata e le abitudini dei consumatori che cambiano, è davvero importante riuscire a offrire un qualcosa che va ben oltre la sufficienza.

In molti casi, tra l’altro, non c’è neppure bisogna che si faccia un grande sforzo economico e mentale. Ma basta semplicemente studiare i competitor e capire, in realtà, cosa non offrono ai propri clienti. Ad esempio, può essere tranquillamente una nuova pizza, se si tratta di una pizzeria, oppure dei piatti diversi, se si tratta di un ristorante.

Oppure, magari, provare a intrattenere i propri ospiti con dei giochi a tema. Ciò crea un forte coinvolgimento e una fidelizzazione davvero niente male. Ma, al di là degli esempi specifici, il ‘trucco’ è trovare qualcosa che possa differenziarti dalla concorrenza. Molte aziende si stanno muovendo in tal senso, provando anche a mettere in evidenza tutti i dettagli più belli della propria struttura.

Non bisogna dimenticare, inoltre, che l’esperienza diversa può essere dettata anche dall’offrire un percorso diverso di trekking rispetto a quello che si fa solito (qualora tu fossi un albergatore). Insomma, di esempi ce ne sono a bizzeffe.

Ed è proprio questo a ciò che stanno puntando le imprese più propensi al cambiamento: trovare quella linea di ‘passaggio’ che riuscirà a portarle nel ‘gotha’ dei grandi, riuscendo a raggiungere l’obiettivo prefissato da tempo.